Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione. Alcuni cookies ci permettono di avere statistiche sulle visite tramite Google Analytics, su cosa viene letto, su quali link vengono usati. Altri ci consentono di usare servizi di terzi, come quando incorporiamo audio e video, o diamo la possibilità di condividere un articolo sui social media. I cookie di profilazione servono per accedere alle sezioni riservate del sito. Puoi accettare i cookies cliccando sul pulsante o continuando a navigare, oppure puoi uscire dal sito o bloccare i cookies tramite le impostazioni del tuo browser.

Il Casone di Higgs. Anticoli Corrado (RM) 3-4-5 maggio 2019
I relatori

Venerdì 3 maggio 2019

18:00

Introduzione e saluti

19:00 - 20:00
Francesco Dosi

L’impatto della Divulgazione Scientifica: gli strumenti di valutazione.

Il progresso delle conoscenze rende il sapere sempre più settoriale e specifico. Spetta allora al Divulgatore l’ardua e onorevole missione di mediazione tra il mondo scientifico e pubblico. Valutare se questo compito è stato portato a termine, è lo scopo del Premio Nazionale di Divulgazione Scientifica. Parleremo quindi dei parametri e delle metriche che ci permettono di misurare l’impatto generato dal lavoro di questa moderna figura professionale.

20:00

Convivio e a seguire attività collettiva


Sabato 4 maggio 2019

9.00 - 10.00
Letizia Palmisano

Come rendere un evento 2.0?

Parleremo di come "trasformare" foto e video in link su facebook e video, dei limiti tecnici per le advertising social e come ovviare a queste limitazioni, ad esempio con le card su twitter per le immagini. In generale essendo le attività 2.0, smartphone, computer e account social sono sempre i benvenuti.

10.00 - 11.00
Laura Ricci

La comunicazione scientifica in ambito medico

Con Studiomaker parleremo delle importanti esperienze di comunicazione scientifica audiovisiva: riuscire a raggiungere attraverso le immagini un pubblico di esperti, ma anche di non addetti ai lavori in modo artistico semplice e comprensibile.

11.00 - 12.00
Emiliano Valente

Costruire un racconto

Partendo da un plot comune si esploreranno le infinite possibilità che si hanno per raccontare un breve accadimento magari con tema scientifico con inizio, svolgimento, conflitto e risoluzione, ovvero, una storia.

12.00 - 13.00
Valerio Mileto

Seminario di composizione musicale

Il seminario approfondirà il ruolo fondamentale della musica e della musicalità nella comunicazione e nel marketing in generale, e in particolare nella divulgazione scientifica. Saranno illustrate diverse tecniche di composizione creativa al fine di creare un prodotto musicale (canzone, jingle etc) efficace tanto nella forma, quanto nel contenuto divulgativo.

13:00

Pranzo e pausa

15.00 - 16.00
Olmo Amato

Occhio al pixel: un breve viaggio tra fotografia digitale, neuroscienze e percezione visiva.

Tutti noi abbiamo costantemente a che fare con immagini fotografiche. Attraverso gli schermi dei nostri dispositivi, inquadriamo, scattiamo e modifichiamo le nostre foto. Come il sensore di una fotocamera, il nostro occhio raccoglie informazioni luminose del mondo circostante e la trasforma. Vedere non è però un semplice atto passivo ma un vero e proprio processo creativo messo in atto dal nostro cervello, un complesso sistema biologico in grado elaborare le immagini in maniera del tutto unica.

16.00 - 17.00
Anna Lisa Bonfranceschi

Vita da stagista

Comincia tutto dall'inizio. Più o meno formalizzato, più o meno lungo, lo stage segna l'avvio di una nuova esperienza lavorativa. Chi è e cosa fa lo stagista nella redazione di un giornale che si occupa di scienza? Quali i “rischi” e i “benefici” di una vita da perenne stagista? Esperienze di una ex stagista al lavoro con nuove leve nel campo del giornalismo scientifico.

17.00 - 20.00
Sandro Jannaccone

Creazione

Laboratorio libero per riesplorare tutti gli strumenti introdotti per cominciare a creare progetti di comunicazione scientifica insieme. Si punterà a condividere il lavoro con il mondo esterno, su social networks, radio, podcast, YouTube, Vimeo, mail, telefono, o direttamente con gli anticolani. 

20:00

Convivio


Domenica 5 maggio 2019

9.00 - 10.00 
Elisa Nichelli

L’istituzione vista da dentro

La comunicazione istituzionale ha bisogno di una rete complessa di competenze e professionalità che devono incastrarsi armoniosamente tra loro. I rapporti con la stampa, la stesura di comunicati e news, la realizzazione di materiale audio/video, l'organizzazione o la partecipazione a eventi pubblici sono solo alcune delle attività che finiscono sotto il grande cappello delle relazioni con il pubblico. Come si sopravvive a tutto questo?

10.00 - 11.00
Alessio Di Addezio

Laboratorio di coprogettazione

Parole chiave, strumenti ed esempi concreti utili a trasformare le proprie idee in una bozza di progetto: un live tutorial interattivo e non formale utile ad apprendere alcuni segreti della progettazione e affrontare, con maggior destrezza bandi, eventi e concorsi di idee.

11.00 - 12.00
Daniele Parisi

L'ascolto è la condizione necessaria affinché sia possibile la comunicazione fra esseri viventi.

Il teatro è il luogo in cui delle persone (gli spettatori) assistono ad un rito (lo spettacolo) in cui si ha il coraggio di ricontattare la nostra umanità. In un tempo in cui il cinismo disarmante invade la società contemporanea, il teatro è ancora una roccaforte in cui si può avere il coraggio della propria umanità.
L'ascolto è l'unico modo. L'unica possibilità.

12.00 - 13.00
Anna Parisi

Saggistica scientifica: Miti e Leggende

Guardando i libri di saggistica scientifica dalla parte del pubblico si possono sfatare alcuni luoghi comuni su quello che i lettori vorrebbero dai testi di comunicazione della scienza.

13:00

Pranzo e pausa

15.00 - 15.30 al Museo di Anticoli Corrado
Prof. Vittorio Loreto

Il mio testo è più smart di me

Scrivere può essere paragonato ad un processo evolutivo. Le versioni successive di un testo (sia scritto da una sola persona sia frutto di una collaborazione) rappresentano l'equivalente delle generazioni successive di una specie. Ma in che modo procede questa evoluzione? E' possibile tracciare a livello microscopico le mutazioni, le innovazioni ed i processi di fissazione nella generazione di un testo? Per esplorare questa metafora in maniera concreta abbiamo lanciato una serie di seminari con un format nuovo, i cosiddetti Scientific Evolutionary Writing (SEW) workshops. In questi seminari i partecipanti sono sfidati a intraprendere un processo evolutivo delle loro creazioni per riscrivere e perfezionare i loro testi fino a un punto in cui "i testi possono essere solo peggiorati".

16:00

Caffè e evento finale

17:00

Live streaming con Adrian Fartade e saluti

Casone di Higgs

Condividi
FaceBook  Twitter  

Elisa NichelliElisa Nichelli

Astrofisica, divulgatrice e giornalista scientifica. Scrive di scienza, organizza eventi pubblici e congressi, realizza laboratori e progetti didattici. Lavora per l'Istituto Nazionale di Astrofisica, l'Agenzia Spaziale Italiana, lo Space Science Data Center dell'ASI e Fondazione Amaldi.

http://elisanichelli.it/

 

 

Olmo AmatoOlmo Amato

Olmo Amato si laurea in neurobiologia all’Università La Sapienza di Roma. Parallelamente agli studi universitari, si dedica alla fotografia e alla sperimentazione di tecniche di manipolazione digitale. Fotografo e videomaker, si occupa di stampa fine art, post-produzione e didattica. Dal 2010 a oggi ha realizzato diversi progetti fotografici personali, nei suoi lavori, prevalentemente in bianco e nero, integra foto d’epoca a scatti da lui stesso realizzati durante suoi viaggi. I suoi lavori fotografici sono selezionati ed esposti in festival, gallerie e fiere d’arte contemporanea. Vincitore del premio Setup 2018 come miglior artista under 35, del Premio MalamegiLab 2018 e del premio fotografico Tiziano Campolmi 2019.

Nel 2015, insieme a Samuele Sestieri, ha scritto e diretto il film “I Racconti dell’Orso”, selezionato in concorso al 33° Torino Film Festival al Rotterdam International Film Festival 2016 e numerosi altri festival italiani ed internazionali.

 

Anna Lisa BonfranceschiAnna Lisa Bonfranceschi

Dopo gli studi in biologia e una breve esperienza nel campo della ricerca, cambia strada e comincia a raccontare storie di scienza. A Galileo dal 2010, si occupa di gestire la redazione del giornale, e collabora come free-lance principalmente con La Repubblica e Wired.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sandro IannacconeSandro Iannaccone

Giornalista a Galileo, Giornale di Scienza dal 2012. È laureato in fisica e collabora con le testate La Repubblica, Wired, L’Espresso, D-La Repubblica. Insegna giornalismo scientifico al Master in comunicazione del Dipartimento di Genetica della Sapienza.

 

 

 

 

 

Alessio Di AddezioAlessio Di Addezio

Appassionato di progetti a finalità sociale, idea e gestisce iniziative nel settore no profit. Tra quelle di cui si è occupato, il Progetto Greenjobs e Magnalonga per APS Tavola Rotonda e La Canzone Circolare, EcoNatale e Alleva la Speranza per Legambiente Onlus.

 

 

 

 

 

Anna ParisiAnna Parisi

Anna Parisi si laurea in fisica e lavora nella ricerca per 10 anni. Quindi cambia lavoro e fonda le edizioni Lapis, vincendo il Premio Andersen per la miglior collana di divulgazione. Nel 2010 apre la libreria asSAGGI. Oggi pubblica con Salani.

 

 

 

 

 

 

 

 

Francesco DosiFrancesco Dosi

Per passione e per affetto, organizzatore del Premio Nazionale di Divulgazione Scientifica. Durante il giorno, analista finanziario nella funzione incentivi e innovazione dell’Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa.

www.premiodivulgazionescientifica.it

 

 

 

 

 

Daniele ParisiDaniele Parisi

Debutta al Cinema nel 2016 come protagonista nel film "Orecchie" di Alessandro Aronadio (Festival del Cinema di Venezia73, sezione "Biennale College"). Al Cinema lavora con: Matteo Botrugno e Daniele Coluccini (Il Contagio - 2017 Festival del Cinema di Venezia74, sezione "Giornate degli Autori"); Duccio Chiarini (L'Ospite - 2018)
In tv lavora con Mattia Torre (La Linea Verticale - 2017), Michele Alhaique (Mario Francese – 2017), Eros Puglielli (Il bello delle donne - alcuni anni dopo - 2016), Renato De Maria (Il segreto dell'Acqua 2011), Stefano Vicario (Bruno e i suoi - 2009).
Si diploma come attore nel 2008 all'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica "Silvio d'Amico".
Ancora allievo, nel 2009, interpreta il ruolo di Romeo nello spettacolo di Giovanni Greco "Street Romeo and Juliet" che debutta al Festival Strabenkinder di Berlino.
In teatro lavora con: Antonio Calenda, Lorenzo Salveti, Lilo Baur, Romeo Castellucci (Societas Raffaello Sanzio), Massimo Chiesa (TKC), Vincenzo Manna (Cassepipe).
Dal 2011 approfondisce la sua personale ricerca teatrale realizzando gli spettacoli: Abbasso Daniele Parisi (2011) ; Ab hoc et ab hac (2013); Inviloop (2015); La vita è una beffa (2016); Euhoè! (2018).
Nel 2016 vince il Premio NuovoImaie Talent Award come Miglior Attore Italiano Esordiente al Festival del Cinema – Venezia73.
Nel 2017 vince il Premio come Miglior Attore al Monte-Carlo Film Festival de la Comédie.

Letizia PalmisanoLetizia Palmisano

Giornalista ambientale, socialmedia + influencer strategist. A volte docente.
Nel comitato GreenDropAward, nel direttivo FIMA. Vincitrice di un Macchianera Internet Award 2018. Adora twitter @Leti_Palmisano. Per le altre info letiziapalmisano.it

 

 

Emiliano ValenteEmiliano Valente

Emiliano Valente, autore, attore regista e insegnante teatrale. Nei suoi primi anni di carriera è attore della compagnia Teatro Internato diretta da Stefano Tè. Nel 2005 intraprende la sua carriera solista. All'attivo 7 spettacoli:

• La Banda del Gobbo. Mito e resistenza popolare nei nove mesi di occupazione nazista. Oltre 350 repliche all'attivo in molti teatri di Italia, in festival e nelle scuole.
• Tempo. Monologo in 4/4. Un suo estratto “ Nessuno” vince il premio della critica del Premio Tre Racconti sul Comò al Teatro Lo Spazio di Roma.
• Mattone dopo Mattone. Un on the road cacio e pepe. In numerosi festival nazionali.
• Belle Bandiere. Di Lorenzo Misuraca.
• Non parlarmi di mafia. Di Lorenzo Misuraca. Progetto per le scuole in collaborazione con l’associazione antimafia DASUD
• Namolletta. Nel cartellone di Teatri di Roma.
• 55 minuti e 20 secondi. Di e con Emiliano Valente e Valeriano Solfiti. Anteprima al teatro Villa Pamphilj a Giugno 2017
• Science Fiction, lezioni-spettacolo di scienza tra 2018 e 2019

Oltre al suo percorso solista numerose le collaborazioni con compagnie professioniste.
Dal 2009 è insegnante in diversi laboratori a Roma presso il Teatro Villa Pamphilj, Subiaco, Ascoli.
Dal 2009 è direttore artistico del Pollino in Festa, festival di musica e teatro a Buonvicino (Cs) e presidente dell'associazione culturale TiConZero

 

Valerio MiletoValerio Mileto

Nato a Roma nel 1987, all’età di 8 anni inizia a studiare chitarra classica, scoprendo nella musica la passione (e il lavoro) della sua vita. Dal 2002 al 2006, approfondisce il linguaggio jazzistico tramite i corsi del Berklee College of Music a Perugia, durante la rassegna Umbria Jazz, e consegue i diplomi in Teoria e Armonia moderna e Arrangiamento e Composizione presso il CIAC – Music College di Roma. Dal 2007 è insegnante di musica ed educatore Orff in scuole pubbliche e private, a corredo di un’intensa attività concertistica.
Nel 2012 si laurea in Filosofia presso l’Università La Sapienza di Roma.
Compositore, autore e polistrumentista, è impegnato in molti progetti musicali che lo hanno portato a collaborare con diverse personalità della musica e dello spettacolo (Enrico Ruggeri, Federico Zampaglione, Moni Ovadia, Antonio Giuliani). Partecipa a diverse band e progetti di musica popolare greca, balcanica e mediorientale (Evi Evan Rebetiko, EstEstEst!, Soundistan). È tra i fondatori del Trio Monti – musica Romana, con cui si esibisce nei più importanti teatri e auditorium di Roma. Dal 2018 suona nella band di Marco Greco, con cui ha condiviso la vittoria del prestigioso festival e del Premio della Critica a Musicultura 2018.

Vittorio LoretoVittorio Loreto

Professore ordinario di Fisica dei Sistemi Complessi presso Sapienza Università di Rome e membro del Complexity Science Hub di Vienna. Attualmente è direttore del SONY Computer Science Lab di Parigi, dove dirige il team su "Innovazione, creatività e intelligenza artificiale". La sua attività scientifica è focalizzata sulla fisica statistica di sistemi complessi e sulle sue applicazioni interdisciplinari. Negli ultimi anni è stato attivo nei settori dei sistemi granulari, della complessità e della teoria dell'informazione, della teoria delle reti complesse, dell'evoluzione della comunicazione e del linguaggio, delle dinamiche sociali. Ha coordinato diversi progetti a livello internazionale tra cui, ultimo, il progetto KREYON, finanziato dalla fondazione  Templeton, sulla creatività e le dinamiche dell'innovazione (www.kreyon.net). Ha pubblicato oltre 180 articoli su riviste internazionali e atti di conferenze e ha presieduto diversi workshop e conferenze internazionali. Recentemente ha tenuto un TED talk sulla nascita del nuovo (https://goo.gl/8iYGh5).

 

 

 

 

 

Laura RicciLaura Ricci

Appassionata di cinema da sempre frequenta l’Istitituto di Stato per la Cinematografia e la Televisione R. Rossellini.
Inizia subito a lavorare in ambito produttivo e diventa rapidamente uno dei più giovani direttori di produzione.
Responsabile delle produzioni della Videa spa noto stabilimento cinematografico e televisivo decide a 30 anni di mettersi in proprio.
Fonda Studiomaker.
Quest’ultima società oltre a lavorare per i grandi marchi internazionali quali Fendi, Bulgari, Finmeccanica, Ford etc sviluppa una serie di format di divulgazione medica in ambito sociale.
Progetti come Nascere a Roma e Crescere a Roma danno una svolta e confermano la direzione scientifica intrapresa.
Studiomaker diventa la società di produzione di riferimento della Fondazione Policlinico Agostino Gemelli di Roma.
Inizia quindi un lungo percorso di comunicazione a vari livelli.
Da quello istituzionale a quello scientifico.
L’ultimo grande successo arriva con la produzione del documentario girato in tre anni di lavoro sull’impianto della prima mano bionica.
Attualmente Studiomaker è impegnata in progetti sociali di divulgazione medica in favore delle giovani famiglie.

Condividi
FaceBook  Twitter  

Il Casone di Higgs

[Idea e Realizzazione di Rossana Coro]

L'A.P.S. Tavola Rotonda presenta la prima edizione del workshop di comunicazione scientifica: "IL CASONE DI HIGGS", che arriva a coronamento di 4 anni di divulgazione scientifica con il progetto associativo La Scienza Coatta, organizzato da Paolo Barucca, fondatore del progetto Scienza Coatta, in collaborazione con Elisa Nichelli dell'INAF,  Anna Parisi, professionista nel campo della divulgazione, Sandro Jannaccone, giornalista scientifico oltre che altro fondatore del progetto e Letizia Scacchi, grande architetta coatta e fondatrice di Scienza Coatta, e con il supporto di un ampio gruppo di volontari e soci dell'A.P.S. Tavola Rotonda.

Il workshop include seminari e laboratori di teatro, musica, scrittura creativa, rapporto tra ricerca, comunicazione e mondo del lavoro, progettazione, editoria e organizzazione eventi, il tutto in una serie di seminari interattivi nelle intensissime 48h del workshop, da venerdì 3 a domenica 5 maggio 2019 con relatori di eccezione come Daniele Parisi, Emiliano Valente, Elisa Nichelli, Letizia Palmisano, Anna Parisi, Sandro Jannaccone, Francesco Dosi, Olmo Amato, Valerio Mileto, Anna Lisa Bonfranceschi, Vittorio Loreto e Laura Ricci. Qui il programma completo.

Il tutto accompagnato dalle prelibatezze dello Chef Renato, esclusiva del Casone - Valle Dell'Aniene, con alloggio in pensione completa nella struttura ricettiva nella storica cornice di Anticoli Corrado con vista mozzafiato sulla Valle dell'Aniene.

L'iniziativa si rende estremamente necessaria per dare a nuovi comunicatori scientifici un approccio originale e creativo al mondo del racconto della scienza, e speriamo possa anche stimolare persone già nel campo ad allargare e aggiornare la propria visione del mondo della comunicazione scientifica.

Il workshop IL CASONE DI HIGGS si svolgerà presso la struttura ricettiva fuori Roma co-gestita dall'A.P.S. Tavola Rotonda, Il Casone - Valle Dell'Aniene, il 3-4-5 Maggio, da venerdì alle 18:00 a domenica alle 18:00. Prevederà più di 10 seminari e attività finalizzate ad espandere l'immaginario e il repertorio espressivo per i partecipanti, dalla musica alla scrittura e produzione video, e ad acquisire consapevolezza dell'impatto sociale del lavoro di comunicazione scientifica, dagli eventi per le scuole alla progettazione.

La co-gestione della struttura e la divisione equa delle spese per i relatori che interverranno ci consentono di avere una quota minima di partecipazione per il workshop intensivo di 149 euro che comprende la pensione completa, il soggiorno e l'intero workshop, che speriamo sia accessibile ad una larga porzione degli interessati.

Il CASONE DI HIGGS è patrocinato dall'INAF.

Ci sono solo 20 posti disponibili in totale! 

Per assicurarsi la partecipazione

REGISTRATEVI SUBITO:

compilate il form e seguite le dettagliate istruzioni per il pagamento 

Per maggiori informazioni: 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Condividi
FaceBook  Twitter  

LSCImpara de prepotenza dai mejo geni da'a storia

Fleming scoprì la penicillina perché, partito per le vacanze, aveva lasciato il laboratorio sporco. Newton, per studiare il funzionamento della vista, si infilò un ago in un occhio. Buzz Aldrin ha realmente preso a pugni un complottista che negava l’allunaggio. I benpensanti lo chiamerebbero pensiero laterale, approccio alternativo, intuizioni non convenzionali. Per noi a Roma la parola adatta è un’altra: coattanza, ovvero l’atteggiamento mentale e fisico di chi sa come imporsi nelle situazioni, nel bene e nel male, con arroganza, simpatia e un pizzico di bonaria ingenuità. E non siamo dunque noi a portarla nella scienza. C’è già. È quella che spinge gli scienziati a sezionare le cellule, a schiantare i protoni, a bombardare gli asteroidi, a costruire rilevatori lunghi chilometri per catturare onde gravitazionali infinitesimali. La coattanza è una delle tante, imperscrutabili e irrinunciabili vie che portano alla scoperta e al progresso. La più divertente, tra l’altro, e anche la meno raccontata. Noi la portiamo allo scoperto: la divulgazione tradizionale comincia solo a scoperta già avvenuta, con lo scienziato in giacca e cravatta che racconta la verità acquisita. Ma dietro c’è un processo che richiede tante altre qualità umane: perseveranza, cocciutaggine, faccia tosta. Ma anche imprecazioni, nottate in laboratorio, speranze taciute, angosce ed esultanze a squarciagola. Raccontiamo la scienza che si sporca le mani sperando così di renderla più vicina all’esperienza di tutti e, perché no, di strappare una risata.

Un architetto, un giornalista e un fisico ci spiegano la scienza in maniera insolita, divertente e... coatta.
Paolo Barucca, Sandro Iannaccone e Letizia Scacchi sperimentano la 'coattanza' per divulgare la penicillina di Fleming, gli algoritmi di Lovelace e tanto altro.
Dal 10 maggio in libreria la scienza come non l'avete mai letta. Da non perdere.

Scopritelo: http://bit.ly/ScienzaCoattaIbs

E se non ne avete abbastanza, La Scienza Coatta (dar vivo):

  • 13 Maggio - Pe Dilla Tutta Live Fondazione Gimema (coll. OHR)
  • 19 Maggio - Come Dilla Tutta Workshop 10-13 (coll. OHR)
  • 20 Maggio - Passeggiata con i ragazzi di Via Panisperna (coll. OHR)
  • 31 Maggio - Pe Dilla Tutta Live Libreria Yeti (coll. Fondazione EBRI)
  • 1 Giugno - Pe Dilla Tutta Live Communia San Lorenzo

Aggiornamenti su facebook.com/pg/LaScienzaCoatta/

Condividi
FaceBook  Twitter  

Sottocategorie

Partners

Tina due srl    Il Casone Valle dell'Aniene    Legambiente Mondi Possibili

.
.

Partecipa via social network!

Cerca nel sito

Contatti

Per informazioni e per contattarci:
E-mail: info@tavolarotonda.orgsegreteria@tavolarotonda.org
Skype: Associazione Culturale Tavola Rotonda
Telefono: 06 87761893

Iscrizione alla Mailing list

Sei qui: Home Noi Progetti